Un laboratorio scientifico al servizio dell’arte      

 

 Il laboratorio del Museo ha lo scopo di perfezionare i metodi scientifici già esistenti e di elaborare nuovi metodi per l'accertamento dell'autenticità. Gli strumenti ed il knowhow del laboratorio sono inoltre a disposizione di collezionisti, esperti d’arte, restauratori e musei. (Il personale del laboratorio, che parla le principali lingue europee, è a disposizione per chiarimenti).


Una collezione di oggetti d’arte è generalmente composta da un insieme di oggetti autentici, copie e falsi. Poiché oggi più che mai acquistare arte è considerato anche un investimento, un accertamento dell’autenticità tramite una verifica scientifica con metodi all’avanguardia, conferisce ad ogni collezione una sicurezza per il futuro e contribuisce a portare trasparenza nel mercato.
Il mercato, comprese le case d’aste e quegli istituti che fino ad ora lavorano per il mercato, si mostrano, per ragioni comprensibili,  scettici verso le recenti conquiste della scienza nella maggioranza dei casi.
 

Il laboratorio del Museo d’Arte e Scienza è senza scopo di lucro ed è indipendente sotto ogni punto di vista.
 

Le analisi condotte dal laboratorio:

 

Datazione e caratterizzazione
spettroscopica del
legno

 

Accertamenti microscopici su dipinti, bronzi antichi,  ceramiche da scavo etc.

 

 

 

 

 

Analisi degli strati profondi in
Riflettografia Infrarossa

 

Analisi dello strato pittorico con il duroflessimetro

 

Analisi con Luce di Wood, UV, IR
e con luce radente

 

 
ULTERIORI
 ANALISI SVOLTE NEL LABORATORIO:

Analisi chimico spettroscopiche su pigmenti, colle,  incrostazioni, patine, prodotti di corrosione.
Prove scientifiche, pratiche e strumentali di accertamento su: avorio, ambra, vetri archeologici, metalli, pietre, tappeti, arazzi, stampe, libri, orologi, porcellane.
 

INOLTRE nelle sale del museo 9 test stations interattive sono a disposizione dei visitatori con semplici prove per l'accertamento dell'autenticità nell'antiquariato.

test station sala 8:
esame olfattivo sulla ceramica da scavo

test station sala 9:
 esame con la fiamma per il riconoscimento dell'utilizzo della plastica

test station sala 7:
individuazione di colle ed altri materiali sintetici con la luce di Wood

test station sala 9: verifica con la lente dell'usura e delle decorazioni della porcellana

 

l'esame ottico dell'usura riconosce un autentico oggetto in argento

l'ombra rivela la fabbricazione industriale o artigianale del vetro

il microscopio riconosce la patina e le incrostazioni autentiche da quelle false

il rumore sordo di una porcellana evidenzia un restauro nascosto

 

Per informazioni rivolgersi a:
Gottfried Matthaes (Direttore del Museo) o al Dr. Chim. Peter Matthaes (Resp. del Laboratorio)
 

Tel. 0039-02-72022488  - Fax. 0039-02-72023156
info@museoartescienza.com